Il 21 Settembre 2015, a Raw, Paige tiene un promo in cui attacca Charlotte e la Divas Revolution, attacca Lana e Summer, le Bellas, Becky Lynch e chi più ne ha più ne metta. Ma è davvero una pipe bomb? No perché allora quelli che vedremo in questo articolo cosa sono?

Pubblicità

Ragazzi quello di Paige è un semplice promo, tutto lì, quello che ha dimostrato è che ha imparato ad essere naturale al microfono, tentando di raccontare una storia. Una pipe bomb è qualcosa di eclatante, diverso ed esplosivo. Complimenti a Paige ma i promo che rimarranno alla storia sono altri.

 

 

Shane Douglas

E’ il 27 Agosto 1994, la cintura NWA è vacante, viene indetto un torneo per riassegnarla. La finale vede 2 Cold Scorpio affrontare Shane Douglas. Quest’ultimo vince e, mentre tiene sulle spalle la cintura, comincia ad elencare tutti gli storici campioni: Lou Thesz, Jack Briscoe, Dori Funk Jr, Terry Funk, Buddy Rodgers, Harley Race, Ric Flair, Dusty Rhodes… finendo col dire che possono TUTTI BACIARGLI IL CULO. Non accetterebbe mai la cintura di una federazione morta 7 anni prima, Douglas è già campione, della Eastern Championship Wrestling, e si dichiara come nuovo ECW WORLD Heavyweight Champion. Una nuova era comincia, l’era del Franchise, l’era della ECW. Questa è una pipe bomb, Shane Douglas tira l’ennesimo schiaffo in faccia alla NWA che va sempre più giù mentre la ECW comincia la sua ascesa verso la vetta delle federazioni americane. Un promo quasi naturale, che Heyman e Douglas avevano preparato insieme, in modo da detronizzare la NWA ed esporre la ECW al pubblico come nuova fed emergente degli Stati Uniti.

 

nWo Begins

Bash at the Beach 1996, gli Outsiders (Nash e Hall) vogliono cominciare l’Hostile Takeover della WCW e viene sancito un match, Outsiders and mistery partner vs Sting, Luger e Randy Savage. A fine match Hogan interviene, apparentemente, per salvare Savage dal pestaggio di Nash e Hall. Inaspettatamente il Legdrop of Doom dell’Hulkster va a segno, ma su Macho Man. Hogan turna heel per la prima volta nella carriera e lo fa nel momento migliore, il tifo dei fan va scemando e il personaggio di Hogan ha bisogno di una rinfrescata. Da qui l’idea geniale della formazione dell’nWo. Il futuro del wrestling è in WCW. Hogan ne ha per tutti, per “Billionaire” Ted, per i fan che non lo supportano più e per Eric Bischoff, che senza Hogan, sarebbe ancora a vendere carne all’angolo della strada.

 

Austin 3:16

King of the Ring 1996. Jake Roberts vs Stone Cold. Dopo un periodo buio in WCW, la rinascita in ECW e il periodo di “Ringmaster”, Steve Austin riesce a vincere il torneo e mentre viene intervistato da Michael Hayes, il Texas Rattlesnake si lascia andare ad una dichiarazione fondamentale per la storia della WWE e del Business in generale: “Austin 3:16 says I just whipped your ass!” Una frase che ogni fan di wrestling conosce e che ha cominciato a sovvertire il destino della Monday Night War. Ogni wrestler dell’allora WWF è un bersaglio, ognuno un obiettivo “’cause Stone Cold said so!”

 

You’re Fired Hulk!

Bash at the Beach 2000. La WCW è in fase calante e la cura Bischoff-Russo pare non avere alcun successo. I motivi sono tristemente noti, il potere di alcuni soggetti nelle politiche di backstage.

Vince Russo rimane coinvolto in un incidente con Hogan, quest’ultimo deve perdere un match contro il campione in carica, Jarrett. Hulk rifiuta invocando la clausola del controllo creativo. Incredibilmente, durante il match, Jarrett si sdraia per terra facendosi schienare con Hogan che prende in microfono e comincia: “ecco perché la compagnia è in queste condizioni, per “stronzate” del genere!”. Sempre nel corso della serata Russo esce dal backstage annullando il risultato del match e licenziando pubblicamente Hulk Hogan, affermando che Hulk non avrebbe mai più messo piede in WCW, promessa mantenuta in toto.

Lo stesso Russo spiega tranquillamente di averne le “palle piene” delle “cazzate” e della politica del backstage, Vince è tornato per quelle persone che si sacrificano per la WCW, per i Booker T, per i Jarrett, per chiunque ha a cuore la compagnia. Russo rompe la kayfabe spiegando della clausola di Hogan, dicendo di averlo accontentato. Una pietra miliare nella storia della WCW e del Wrestling mondiale.

 

Maybe I’ll go back to Ring of Honor…

Summer of Punk 2.0. Dopo quello della Ring of Honor, Punk minaccia di andarsene con il titolo WWE.

“John Cena, mentre giaci lì, spero il più scomodo possibile, voglio che tu ascolti questo. Prima che io me ne vado col titolo WWE tra 3 settimane ho qualche sassolino da togliermi. Non ti odio, anzi mi piaci molto più delle persone nel backstage. Odio l’idea che tu sia il migliore, perché non lo sei, io lo sono. Sono il migliore al mondo, sei il più bravo solo in una cosa ed è baciare il culo di Vince McMahon. Così bravo quanto lo era Hulk Hogan. Non so se sei bravo quanto Dwayne, sempre stato e lo sarà. Ops, sto infrangendo la quarta parete. Sono il miglior wrestler al mondo, sin dal primo giorno, quando sono entrato in questa compagnia e sono stato denigrato perché Paul Heyman ha visto qualcosa in me che nessuno aveva mai visto, esatto sono un Paul Heyman Guy. Come Lesnar, che se n’è andato e che a differenza mia non se n’è andato col titolo WWE. […] Per 6 anni ho dimostrato di essere il migliore al microfono, nel ring e persino al commento, nessuno può contestarlo. Non sono in film, nella copertina del programma, nel poster di Wrestlemania. Il fatto che Dwayne è nel ME di Wrestlemania il prossim’anno e io no mi fa schifo. […] Me andrò il 17 Luglio col titolo WWE e chi lo sa, forse lo difenderò in NJPW o forse tornerò in ROH. Ehi Colt Cabana come va? […] Probabilmente la compagnia migliorerà con la morte di Vince McMahon anche se rimarrà in mano a quell’idiota della figlia e quel cretino del genero e il resto della sua stupida famiglia.”

Probabilmente uno dei promo migliori degli ultimi 20 anni di Wrestling se non il migliore, il risentimento di Punk è evidente nonostante il promo sia comunque in larga parte concordato. Citare la ROH e la NJPW sono colpi di genio che fino a qualche anno fa avrebbero fatto gridare allo scandalo, nonostante nel 2015 la WWE pronunci tranquillamente il nome della NJPW e la ROH appaia nei vari documentari proprio di Punk e anche di Daniel Bryan o Seth Rollins. Un promo shoot di una forza emotiva devastante che viene rovinato da una storyline non all’altezza dell’apice raggiunto da Punk con questo sfogo al microfono.

 

Ragazzi non pensate che un semplice promo faccia una rivoluzione, Quello di Paige era un semplice promo, quelli che rimarranno alla storia sono ben altri. Ho provato ad elencarvene qualcuno qui sopra ma se proprio ci tenete ad una bella pipebomb in versione Diva, beh vi lascio con una semplice immagine, cliccandoci sopra troverete anche il video.

ADIOS!

 

 

Antonio
Fan delle indy e appassionato WWE fin da Wrestlemania XX. Estimatore dei wrestler tecnici ed innamorato di Aj Styles e Shinsuke Nakamura. Editorialista e recensore per Zonawrestling.net, traduttore freelance e nerd a tempo indeterminato.
  • 23_Red_Kobra_51

    E’ triste pensare che questo articolo davvero istruttivo sia senza commenti. Come si dice? Quando ti brucia il cul0 si vede… Beh si è visto.