Samoa Joe, ospite dell'ultimo episodio del Ross Report, il podcast di Jim Ross, ha avuto modo di soffermarsi su una miriade di argomenti, fra cui i wrestler contro i quali egli vorrebbe lottare, sia del passato che del presente. L'ex ROH e TNA World Heavyweight Champion ha rivelato che, tra i lottatori attuali con i quali non è mai salito sul quadrato, vorrebbe affrontare Randy Orton e Shinsuke Nakamura mentre, dal passato, egli ha tirato fuori i nomi di Stan Hansen e Bruiser Brody; invece, per quanto riguarda i wrestler che ha già avuto modo di affrontare, Joe ha dichiarato che vorrebbe lottare nuovamente contro AJ Styles e Christopher Daniels. Menzione a parte, poi, è stata fatta per CM Punk il quale è stato un proprio grande amico e sul quale ha detto:

Pubblicità

 

"So per certo che egli abbia il desiderio di fare un'ultima corsa (un ultimo match, ndr)"

 Dopodichè, Jim Ross ha elogiato lo Straight Edge, confessandosi orgoglioso per le sue scelte e sperando per una sua carriera all'insegna del successo in UFC. Samoa Joe, infine, ha affermato che CM Punk andrà oltre ogni aspettativa perché questi è in grado di impegnarsi al massimo in ogni cosa.

 

Fonte: WrestlingNews.co & ZonaWrestling.net

 

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.