Mercoledì i vostri commenti su Hell In A Cell sono stati impietosi: il 90% di voi vorrebbe la soppressione di questo ppv per ridare alla stipulazione l'imprevedibilità che le era congeniale. Troppi Hell In A Cell Match annacquano il suo senso e non permettono di chiudere come si deve un determinato feud.

Pubblicità

Altrettanti commenti negativi sono andati al ppv che si terrà questa notte. Per un mese non siete stati teneri, e non a torto. Abbiamo assistito a show mediocri con qualche picco (The Rock) e tanti down. Poi è bastato che la WWE azzeccasse il Raw di lunedì scorso per farvi cambiare radicalmente idea marcando quel che mercoledì scrivevo: la WWE può farvi pure schifo, ma non verrà mai abbandonata perché da qualche parte arriva un briciolo non indifferente di qualità che rovescia tutto in un istante. Per questo Hell In A Cell appare oggi come il ppv dell'anno a ben leggervi. Ma sarà così?

Avete già avuto la vostra preview ieri. Oggi voglio vedere a cosa ha portato i match del ppv e a cosa porteranno a seconda di vittorie e sconfitte. Ad esempio il rematch per il titolo di team: a voi Goldust e Stardust piacciono? Ve lo chiedo sinceramente. Penso siano passabili come sono passabili tutte quelle storie che nel firmamento saranno un granello di sabbia nel Sahara sconfinato. Cosa che potrebbero non essere gli Usos se magari la WWE si accorgesse del materiale nelle proprie mani. Un tempo sarebbero stati messi al livello di Edge/Christian, oggi sono alla stregua di Jamie Noble/Kid Kash con un regno anonimo alle spalle e quasi senza avversari. Questo è il progetto di Triple H per rivitalizzare la categoria? Ci sta provando, ma male (Voto: 5).

Non diverso è il discorso su Ziggler e Sheamus ma con qualche eccezione. I loro sono titoli secondari che andrebbero accorpati e dovrebbe essere ampliata la cerchia delle sfide previste. Le eccezioni? Intanto il biondo avrà a che fare con Cesaro in un match al meglio delle tre cadute. Si prospetta un gran match dopo un feud così così (Voto: 5.5), e con la sconfitta dello svizzero a Smackdown che mina un poco l'attesa di questo match. Dall'altra parte invece c'è il salto di The Miz che passa dall'Intercontintale agli Stati Uniti mantenendo inalterata la cifra della sua collaborazione con Sandow. Non è solo l'ex filosofo a traghettare la coppia, ma è un lavoro d'insieme per cui l'uno funziona grazie all'altro e viceversa. Con Mizdow certamente la WWE ha trovato quel personaggio adatto a sostituire Santino Marella nel midcard. Miz ha serie possibilità di vittoria se mai la dirigenza decidesse di spostare l'irlandese tra i grandi. E possibilmente chiudere il feud (Voto: 7) e dare ai due Mizanin uno spazio anche per i titoli di coppia dando un po' di pepe alle storyline.

Vorrei stendere un velo sul feud tra le Bellas (Voto: 3) perché non è concepibile che nel 2014 noi possiamo assistere ad un feud del genere in modo così lungo. Come direbbe qualcuno: WWE liberaci dal male. E liberaci da Paige e AJ Lee (Voto: 6.5) perché ogni feud quando si allunga perde vividezza e spontaneità, e queste due stanno divenntando troppo ripetitive. Approvo l'auspicio della Lee di trovarsi di fronte altre avversarie, perché bisogna staccare le ragnatele dalle spalle delle due. Purtroppo né nel primo caso né nel secondo caso verrà data una ripulita visto che per le Survivor Series è previsto un Team Brie vs Team Nikki che certamente metterà nel calderone anche campionessa e pretendente al titolo.

Rusev batterà Big Show? Oh sì, ma questa ennesima storyline (Voto: 6.5) pare troppo simile a certe storie del passato con protagonisti Slaughter, Duggan, Colonel Mustafa. Che potrebbe mai succedere? Che Mark Henry, ammorbato dai promo di Show, potrebbe anche decidere di tradirlo in favore del russo che ad oggi, oltre ad essere ben imbattuto, è anche un personaggio rifinito che non corre ma si costruisce a mano a mano. Quel che manca all'orizzonte è la sua naturale evoluzione una volta che Lana si stuferà di fare sempre lo stesso promo ogni settimana. Se il futuro però si chiama Cena, prepariamoci a dire addio a Rusev.

I due main event (Voto Feud: 5) potrebbero essere interessanti se…. se Ambrose oltre a voler mazzulare Rollins avesse un altro proposito. Siamo di fronte ad un Hell In A Cell che è mera esibizione e che tra i due non metterà alcuna parola fine. Così come difficilmente ci libereremo di Cena vs Orton, ma che potrebbe essere interessante solo in due casi: vittoria di Orton che si lancia in una sfida "inedita" con Brock Lesnar per la Royal Rumble ma alla WWE non piacciono gli "one on a lifetime" se non sono ripetuti allo sfinimento; oppure un no contest causato da Rollins che mette tutto in discussione per un TLC Match a quattro tra due mesi.

Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.