Steve Austin, in occasione dell'ultimo episodio del proprio podcast, ha fatto il punto sui propri rapporti con la WWE i quali, recentemente, hanno vissuto qualche momento di tensione a causa della rimozione da ProWrestlingTees, disposta dalla compagnia dei McMahon di alcune t-shirt di "Stone Cold" per questioni di copyright. L'Hall Of Famer, in ogni caso, ha affermato che, a dispetto di quanto accaduto, le parti sono ancora in buoni rapporti e continueranno a collaborare, anche grazie ad un incontro chiarificatore con uno degli avvocati della WWE il quale gli ha spiegato che la rimozione è stata dovuta al fatto che, all'interno della compagnia, si è sentita l'esigenza di tutelare i propri marchi registrati. Questo confronto, come detto da Austin, ha eliminato qualsivoglia malumore. Infine, "Texas Rattlesnake" ha rivelato che il futuro abbia in serbo "grandi cose" per lui e la WWE, senza però scendere nel dettaglio e invitando gli appassionati a "restare sintonizzati".

Pubblicità

 

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.