Randy Orton è stato recentemente intervistato da Hot 104.1 ha spiegato il perché dei suoi tweet contro i “dives“, tuffi nel wrestling, che hanno fatto a lungo parlare di loro.

Pubblicità

“Io posso mandare over e far sembrare più forte AJ Syles, giusto? AJ ha nel suo arsenale anche questi tuffi, come la maggior parte dei ragazzi con cui lavoro. Non ho alcun problema con i lanci fuori dal ring, ma il problema inizia quando un sacco di persone, che non hanno nient’altro nel loro arsenale, e non ne guadagnano nulla, vanno in giro per il mondo in questi show indipendenti – che sono grandiosi comunque -. Un sacco dei nostri ragazzi, come AJ, Kevin Owens, Seth Rollins non sarebbero arrivati qui senza un background nelle indie, ma sono intelligenti. Un sacco di giovani invece rischiano di rompersi il collo a 23 anni facendo qualcosa che non dovrebbero fare”. 

“E’ una dimostrazione di atletismo, non c’è dubbio, ma…non voglio vedere un esibizione di ginnastica. Voglio vedere una storia, un combattimento tra un buono ed un cattivo, non me ne frega nulla quante volte ci sia qualcuno che si lancia contro l’altro. Sapete chi è stato dalla mia parte? Gente come AJ, che lo fanno, ma sanno quello che stanno facendo”.

“Se è in questa direzione che sta andando il business, un match preconfezionato e coreografato con un po’ di acrobazie – back flips, front flips, salti dall’ultima corda, shooting star press, moonsault -, be’, non voglio farne parte. Ma secondo me non stiamo andando in questa direzione”.

  • Tony Dillinger Terry

    Ah ma non è Vader?

    • Laurel Crown

      Quella di Vader era una critica a seguito di un match tra Will Ospreay e Ricochet durante il Best of the Super Juniors. Simile ma diversa nel contesto

  • Contro Nessuno

    92 minuti di applausi

  • Riccardo Amoruso

    E vediamo se qualcuno è ancora dalla parte degli acrobati

  • Pietro_ Brother Nero

    Grande Randy! Completamente d’accordo #NoFlyZone

  • DETH

    Ogni parola al suo contesto specifico, chi non potrà andare avanti non andrà avanti, chi invece ha testa e abilità riuscirà ad emergere… ma per ora lasciategli fare sti càzzo di voli che in quelle federazioni in bancarotta se vuoi mangiare o quello o i deathmatch.

  • King Cuzzy

    Diciamo che ha aggiustato il tiro, anche se preferisco uno spotfest pieno di salti senza una storia precisa (come può essere un MITB, non tocca andare nelle indies più sperdute……) alla sequela di headlock con le quali Orton ci delizia

  • Alex91

    In parte ha sicuramente ragione, anche a me non piacciono molto match esageratamente spinti verso i meri voli acrobatici. Di certo c’è una buona fetta di wrestler nel mondo che non ha il fisico idoneo alle power moves ed in tal caso devono per forza entusiasmare con i loro voli o trovare altri escamotage per lavorare e mettersi in mostra. Certamente emergono in WWE solo quei lottatori in grado di mitigare quello stile e renderlo coerente con la trama raccontata, come i lottatori citati da Orton.
    Esistono comunque tanti stili di wrestling diverso da quello wwe, ad esempio la lucha libre.

  • Jeff Hardy

    I wrestlers delle indy più sconosciute devono per forza usare questo stile. Devono guadagnare e riempire quelle piccole arene se vogliono portare a casa qualche soldo. Con i dives e con l’hardcore si va sul sicuro. Perchè raccontare una storia a un gruppo di fans che cambia ogni volta o quando si ha a che fare con wrestlers diversi ogni volta? Quei ragazzi rischiano la vita ma è una loro decisione, o sono costretti.

    • Contro Nessuno

      Uno ad uno show di rueslting ci va lo stesso. Che siano dei vecchi o acrobati o noiosi o masse muscolose piene di troca e spogliarelliste.

      • Jeff Hardy

        Però se tu americano vuoi svagarti e vai ad uno show di ruestling, preferiresti vedere gente che si lancia a destra e a manca o un match lento e di headlock? Dico che le piccole federazione promuovendo i flyers vendono di più. Parere mio, poi non so come funziona.

        • Contro Nessuno

          Nel dubbio io guarderei la wwe….ahahah

  • Cole

    questi show indipendenti – che sono grandiosi comunque’. Sicuramente ne avrà visto uno.

  • ImNotFinishedWithYou

    Ha ragione.Ridatemi il buon vecchio wrestling, per favore.

  • giuseppe_97nk

    messa così è già meglio.
    Si è salvato in corner

  • The Architect

    Parole condivisibili.

  • Eddie Guerrero

    diciamo che messa cosi possiamo solo condividere, però se queste mosse lo fanno gente in gamba come Aj Styles Owens che sanno quello che fanno va bene ma se lo fa un ragazzo di 23 anni o super giù di li come detto da Orton non è belo da vedere se non usa la testa e può rischiare appunto di farsi male sperando ovviamente di no.

  • Beh, tutti i torti non li ha

  • TheMoneyMaker

    Tuffi ne il ruestling

  • Kish

    ma di base è giusto, per fare un esempio quella famosa sequenza di ospray vs ricochet secondo me è inappropriata. non bisogna però fare degli assolutismi.

  • Kish

    l’esempio più ovvio: gli young bucks. loro fanno grandi match nonsense.

  • Stazione Termini

    Finalmente qualcuno che lo dice, strano che a dirlo è Orton e il parere generale(almeno qui) gli da ragione. Detto ciò bisogna anche vedere le dovute proporzioni perchè in passato si son visti match anche con lo stesso Orton sul ring che avevano tutto tranne che “una storia” come l’ha definita lui.

  • Venetian One

    Will Ospreay triggered.

  • Andrea Re

    Ha ragione bravo Randy, poi che lui non sia perfetto nel lottato e poco vario è un’altro discorso, che molti wrestler devono fare voli perché non hanno il fisico,è una scusa del cavolo, solo perché l’industria del wrestling negli ultimi anni è andata in quella direzione e ora va di moda dire quanto sono fighi sti smilzi che fanno piroette, forse ci vuole il giusto compromesso, un esempio: Neville.

  • Stex14

    Strano leggere i fan dalla parte del “noioso” “irritante” “inutile” Randy Orton, uno dei più bersagliati dal wrestling web ha trovato l’argomento perfetto per piacere ai fan.