Recentemente intervistato durante il podcast di Colt Cabana, Bobby Roode ha parlato di come, tra il 2002 ed il 2004, abbia lottato più volte nei dark match WWE

L’IT Factor ha rivelato di esser stato più volte vicino a firmare un contratto di sviluppo con la federazione di Stamford, ma non si fece nulla. Tuttavia, Roode ha parlato così di John Laurinaitis, ai tempi Vice President of Talent Relations:

“La scusa che si trovava sempre Laurinaitis era “non abbiamo niente in programma per te e sei troppo bravo per il territorio di sviluppo, quindi prova a lottare in altre federazioni e torna da noi quando avremo qualcosa per te”. Ed ho fatto esattamente come mi diceva, ai tempi sentivo di meritarmi un contratto con la WWE”

FONTEWrestlingInc & Zona Wrestling
Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.