Un caloroso saluto ai lettori di ZW, come sempre siamo super carichi per un nuovo episodio di Dynamite. Quest’oggi ci troviamo a Norfolk ed assisteremo ad un nuovo capitolo dell’eterna rivalità tra JAS e BCC: Daniel Garcia e Chris Jericho affronteranno Wheeler Yuta e Claudio Castagnoli mentre Bryan Danielson se la vedrà 1 vs 1 con Sammy Guevara. Nel corso della serata assisteremo anche al match con in palio il titolo mondiale della AEW tra il campione Jon Moxley e lo sfidante Penta El Zero Miedo.

Chris Jericho & Daniel Garcia vs. Claudio Castagnoli & Wheeler Yuta 3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Un ottimo opener in cui va segnalata la prova maiuscola di Claudio Castagnoli, il vero mattatore della contesa. Il cyborg svizzero è riuscito addirittura ad eseguire lo Swing su Jericho mentre portava sulle spalle Garcia è come se non bastasse Castagnoli ha steso a bordo ring Hager, Menard e Parker per poi tornare sul quadrato per chiudere le ostilità. Il membro del BCC ha colpito il leader della JAS prima con un Pop Up European Uppercut e successivamente con la Neutralizer che è valsa il conto di tre finale.

Vincitori: Claudio Castagnoli & Wheeler Yuta

BACKSTAGE: Renee Paquette intervista Bryan Danielson, l’American Dragon afferma di essere frustrato per le recenti sconfitte e per gli attriti avuti con Wheeler Yuta. Proprio quest’ultimo raggiunge Danielson in compagnia di Regal e Castagnoli, Yuta afferma che se l’American Dragon ha dei problemi può risolverli faccia a faccia. La situazione si scalda e per questo Castagnoli fa da paciere, lo svizzero propone al BCC di risolvere la questione in modo maturo ovvero con le parole. Al termine del match di Danielson contro Guevara, il BCC si riunirà nel loro spogliatoio per cercare di risolvere gli attriti interni.

La regia ci mostra una sorprendente ed inaspettata vignetta riguardante l’Elite. Il video package ripercorre i momenti principali in AEW dei fratelli Jackson e di Kenny Omega, tuttavia le immagini dell’Elite si dissolvono nel vuoto per simboleggiare la loro assenza dell’ultimo periodo. La vignetta si chiude con il logo della AEW, la ‘E’ di Elite si dissolve e dopo poco scompare anche il resto del logo.

BACKSTAGE: Tony Schiavone è con la JAS, Jericho è furioso per la sconfitta avvenuta nell’opener e per questo dichiara che non è finita con Claudio Castagnoli. The Ocho aggiunge che settimana prossima sfiderà un ex campione della ROH in un’open challenge. La parola passa a Sammy Guevara il quale si mostra sicuro e pieno di se in vita del match contro Bryan Danielson che si terrà a breve.

#1 Contenders Match: Swerve in Our Glory vs. FTR 4 out of 5 stars (4 / 5)

Un incontro ottimo caratterizzato da un ritmo entusiasmante e da repentini capovolgimenti di fronte. Nel finale gli FTR si sono fatti fregare da due scorrettezze: Strickland ha colpito Harwood con un Low Blow mentre Wheeler è stato bloccato all’esterno del ring dai Gunns, gli Assboys si trovavano infatti tra il pubblico e ne hanno approfittato per impedire a Cash di raggiungere il suo tag team partner sul ring. Keith Lee ha approfittato della situazione per schiantare al suolo Dax Harwood con la Big Bang Catastrophe che è valsa il conto di tre finale.

Vincitori e nuovi #1 contenders ai titoli di coppia: Swerve in Our Glory

Nel post match i Gunns hanno infierito sugli FTR salvo poi essere interrotti dall’intervento degli Acclaimed, Max Caster ed Anthony Bowens si trovavano infatti sulla rampa in compagnia di Billy Gunn per assistere alla contesa.

BACKSTAGE: Renee Paquette è con Saraya, l’ex Divas Champion non riesce a realizzare il fatto che le due si sono finalmente riunite in AEW. Britt Baker interrompe il bel momento ed inizia a discutere con Saraya, Renee Paquette le ferma ed aggiunge che se le due hanno dei problemi è meglio risolverli altrove.

PROMO: Renee Paquette è con MJF, il Devil Himself si presenta in ring e come sempre viene acclamato dai suoi Devil Worshippers. Renee chiede al Salt of The Earth cosa ne pensa di Jon Moxley, il quale affronterà Penta El Zero Miedo con in palio il titolo mondiale della AEW nel main event di stasera. MJF afferma che Moxley è un ‘mid’ ed aggiunge che settimana scorsa è stato infastidito dalle parole di Regal e per questo promette di affrontare il campione della AEW in modo pulito. MJF promette che non userà il Dynamite Diamond Ring nel main event di Full Gear e ribadisce il concetto di voler affrontare Moxley (o Penta) al 110% della loro condizione. Stokely Hathaway entra in scena ed interrompe MJF, il Devil Himself ricorda al suo amico che verrà licenziato se la sua fazione attaccherà Moxley dato che il membro del BCC dovrà essere al massimo della sua condizione in vista di Full Gear. Hathaway è infastidito dalle parole di MJF e va via, il Salt of The Earth chiude il promo ricordando a tutti di essere ‘better than you, and you know it!’

La regia ci mostra un video package dedicato alla rivalità tra il Kingdom ed i WarJoe. Matt Taven sfida Wardlow per il titolo TNT, Mr Mayhem ovviamente non si tira indietro e promette di distruggere il membro del Kingdom con la Powerbomb Simphony. Il match tra i due sarà il main event del prossimo episodio di Rampage.

Sammy Guevara vs. Bryan Danielson 3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

L’eterna rivalità tra il BCC e la JAS prosegue nel piacevolissimo scontro tra Danielson e Guevara. Lo Spanish God si fa valere contro l’American Dragon, grazie anche alle solite scorrettezze di Tay Melo, tuttavia il veterano non si fa scalfire ed infligge al giovane talento una vera e propria lezione. Danielson ha infatti la meglio grazie alla combo Busaiku Knee – Triangle Choke che costringe il suo avversario alla resa.

Vincitore: Bryan Danielson

BACKSTAGE: Alex Abrahantes e Rey Fenix affermano che Pentangon riuscirà a sconfiggere Jon Moxley diventando così un double champion. Anche Fenix ha intenzione di portarsi a casa un’altra cintura e per questo ha messo nel mirino l’All-Atlantic Championship. Christian Cage e Luchasaurus interrompono Rey Fenix e Abrahantes, Captain Charisma afferma che come già anticipato settimana scorsa il suo dinosauro è a caccia di un titolo. Christian aggiunge che Luchasaurus meriterebbe la title shot più di Fenix considerando che il suo assistito ha sconfitto Jungle Boy, cosa che il membro del Death Triangle non è riuscito a fare. Orange Cassidy entra in scena e risolve la questione sancendo un Three Way match con in palio l’All-Atlantic Championship, similmente a quanto accaduto in quel di Rampage con Rush e Number 10.

Jamie Hayter vs. Riho 3 out of 5 stars (3 / 5)

Le due atlete misero in scena un ottimo incontro qualche mese fa a Dynamite ed anche nel loro rematch hanno offerto una buona contesa. Riho è riuscita a mettere in difficoltà Jamie Hayter con il suo grande atletismo ma nel finale è stata la potenza della britannica a prevalere. La Hayter ha steso Riho con la Short Arm Lariat che è valsa il conto di tre finale.

Vincitrice: Jamie Hayter

Nel post match Toni Storm ha effettuato il suo ingresso, la campionessa ad Interim ha mandato uno sguardo di sfida nei confronti di Jamie Hayter. Lo scontro titolato tra le due sembra essere imminente.

BACKSTAGE: Renee Paquette è con Eddie Kingston, l’intervistatrice chiede al Mad King cosa ne pensa dei consigli ricevuti dal Death Triangle ed Ortiz in merito ai suoi problemi con la gestione della rabbia. Kingston evita la domanda e parla del main event di stasera augurandosi la vittoria del suo amico Penta. Eddie chiude il promo tornando alla questione delle attenzioni ricevute dai suoi amici, il Mad King afferma di voler essere lasciato in pace.

La regia trasmette un video messaggio di Darby Allin, lo Strange Enigma afferma di aver passato un momento di crisi dato che non era contento della direzione che stava prendendo la sua carriera. Darby è stato salvato da Sting il quale gli ha caldamente consigliato di non mollare ricordandogli del suo valore. Allin ha aggiunto che la sua unica debolezza è sempre stata se stesso, l’ex TNT Champion sfida Sonjay Dutt a colpire il suo punto debole dato che quest’ultimo ha dichiarato di conoscerlo.

BACKSTAGE: Siamo con Jay Lethal, Sonjay Dutt e Satnam Singh ed il trio è pronto a rispondere alle parole di Darby Allin. Lethal ha intenzione di far parlare il ring, Sonjay Dutt afferma che se Darby vuole essere colpito nel suo punto debole deve essere attento a ciò che desidera.

AEW World Championship Match: Jon Moxley (c) vs. Penta El Zero Miedo 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Tutt’altro che difesa tranquilla per Moxley, il campione del mondo in carica ha rischiato grosso nel main event contro Penta. Il membro del Death Triangle ha addirittura sfiorato la vittoria dopo aver inflitto al suo avversario la Fear Factor, Moxley è riuscito ad uscire al conto di 2.99. Nonostante le difficoltà, anche questa settimana Jon Moxley si è dimostrato come un rullo compressore inarrestabile. Il membro del BCC ha chiuso la contesa devastando Penta con la combo Paradigm Shift – Death Rider.

Vincitore ed ancora campione: Jon Moxley

Nel post match la Firm ha attaccato Jon Moxley infrangendo l’ordine di MJF. Il Salt of The Earth è comparso sullo stage mostrandosi in conflitto: da una parte il pestaggio della Firm può danneggiare seriamente Moxley e questo andrebbe a suo vantaggio, ma dall’altra quello che sta accadendo infrangerebbe la sua promessa ovvero quella di non ricorrere alle scorciatoie contro il membro del BCC. Nel frattempo Alex Marvez ci informa dal backstage che lo spogliatoio del BCC è stato chiuso con una catena dalla Firm, i membri del Blackpool Combat Club si trovavano li per la discussione finalizzata a risolvere gli attriti tra Wheeler Yuta e Bryan Danielson ed ora non potranno intervenire in aiuto del loro compagno Jon Moxley. MJF decide di prendere iniziativa e sale sul ring per interrompere il pestaggio della Firm ai danni di Moxley. Come aveva preannunciato, il Devil Himself licenzia Stokely Hathaway e per questo la sua stable è passata all’attacco. MJF ha subito prima la Ego’s Edge di Ethan Page e successivamente la Chokeslam di W. Morrisey eseguita attraverso il tavolo della time keeping area. Con queste immagini si è chiuso l’episodio di Dynamite di questa settimana.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
8
Evoluzione delle storyline
7
Qualità dei promo
7
Nato a Napoli, 23 anni, reporter ufficiale di Dynamite e Rampage ed ospite fisso sul canale Twitch Open Wrestling TV nella trasmissione 'All About Elite'.