Ciao a tutti, amici e amiche di Zona Wrestling, e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la Major League Wrestling! Io sono Mauro Cambus e vi illustrerò cosa è accaduto durante l’ultimo episodio di Fusion #95 trasmesso dal NYTEX Sports Centre di Dallas (Texas). Cominciamo!

Lo show si apre con un video recap delle vicissitudini avute la settimana scorsa tra CONTRA e la Hart Foundation formata da Davey Boy Smith Jr. e Brian Pillman Jr., mettendo poi hype sul match tra Davey Boy e Simon Gotch in programma per la serata. Si va, poi, nel backstage, dove ritroviamo Alicia Atout in compagnia di Davey Boy Smith Jr. e Brian Pillman Jr. Alicia chiede a Davey Boy cosa ne pensa del suo match contro Simon Gotch. Il membro della Hart Foundation dice che Simon è sì l’auto-proclamato “assassino scientifico del wrestling”, ma che ha davvero una grande bocca con cui parlare, che necessita di essere chiusa come la bocca di un pesce preso all’amo. Davey Boy prosegue dicendo che il loro match sarà senza round breaks, senza corde, senza guantoni, e gli unici due modi per vincere sono o far cedere l’avversario, o fargli perdere i sensi, e Davey Boy dice che concederà a Gotch di decidere quale sarà la sua esecuzione.

Dopo la sigla, il tavolo di commento capeggiato da AJ Kirsch e Rich Bocchini ci dà l’ufficiale benvenuto alla nuova puntata di Fusion, nel mentre che il team tecnico si occupa della rimozione delle corde dal ring per il nostro primo match della serata, il già menzionato incontro tra Davey Boy Smith Jr. e Simon Gotch. Nel mentre che vengono ricordate le regole del match, assistiamo all’arrivo di Gotch accompagnato sul ring da Josef Samael, e a seguire l’arrivo di Davey Boy Smith Jr. Il match tra i due può avere inizio!

No Ropes Match – Davey Boy Smith Jr. vs Simon Gotch (w/ Josef Samael) 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Un match decisamente irregolare dal punto di vista del wrestling canonico, dal momento che quella tra Davey Boy Smith Jr. e Simon Gotch è stata più una violenta e lenta (in senso positivo) prova di forza e resistenza. La grande tecnica di Smith Jr., tra sottomissioni e mosse della sacra old school del wrestling, come anche i counter micidiali e i colpi brutali sferrati da Gotch, hanno creato un bel connubio. Quando sembrava che Gotch stesse dimostrando di essere fisicamente superiore a Davey Boy, il membro della Hart Foundation rovescia lo stato di cose dalla sua parte con un primo belly to back suplex, che poi diventano due, e poi tre, e poi quattro…dopo la serie di ben quattro suplex, vediamo Gotch a terra, privo di sensi. L’arbitro ufficializza, quindi, la vittoria per Davey Boy Smith Jr.

Winner: Davey Boy Smith Jr.

Finito il match, il tavolo di commento ci avverte che il match, già pubblicizzato, tra MJF e Marshall Von Erich sarà il nostro main event di serata; successivamente, abbiamo un video promozionale per gli MLW Intimidation Games che avranno luogo al Cicero Stadium di Chicago.

Ed è il momento di avere uno scorcio della gloriosa vita privata di Dynasty, con il segmento denominato “stili di vita dei ricchi e dei dinastici”. Vediamo, in una bella sala, Alexander Hammerstone, Richard Holliday e Gino Medina, i quali cominciano a parlare del passato in Giappone di Hammerstone. Quest’ultimo dice di essere stato una star talmente grande in territorio nipponico da aver ricevuto una sponsorship per la promozione di una pop soda del valore di BEN 10.000 Yen i quali, secondo lo stesso Hammerstone, corrispondono a BEN 100.000$! Holliday, giustamente, gli fa capire che si sta sbagliando, dato che 10.000 Yen corrispondono, piuttosto, soltanto a 91$ circa, ma ad Hammerstone non importa nulla. Per lui, l’importante aspetto di questa sponsorship è il come si aprono queste bottiglie di pop soda. I tre (con qualche difficoltà da parte di Medina) riescono ad aprire, quindi, tre bottiglie di questo prodotto e lo provano, avendo delle espressioni non proprio appagate. Holliday dice, tuttavia, che suo padre, nonché il suo avvocato, farà in modo di commercializzarle pure negli US, in modo da avere ancora più soldi per Dynasty.

Abbiamo, poi, un promo per Mance Warner registrato subito dopo il cruento match della scorsa settimana contro Jimmy Havoc, di cui abbiamo qualche highlight. Mance dice di aver chiuso il capitolo Jimmy Havoc, per cui ora può avere la sua amata birra, e il suo oro, che ora gli spetta di diritto. L’oro a cui Warner punta, però, è un oro ben preciso e particolare: il National Openweight Title detenuto da Hammerstone. Mance dichiara, quindi, questo suo nuovo bersaglio, per poi andarsene vittorioso insieme alla sua birra.

Dopo un video che promuove Tom Lawlor e il Team Filthy, vediamo lo stesso leader del team insieme al nuovo compagno, il campione di jiu-jitsu Dominic Garrini, nel “programma” che viene ironicamente chiamato “Filthy Goes Dallas”. I due vanno in giro per i negozi della città, e si fermano in uno di questi che vende abbigliamenti da cowboy. I due comprano, soddisfatti, degli stivali da cowboy e uno stemma da cintura da poter mettere alle loro “fasce” di jiu-jitsu.

Si torna, ora, in arena, con l’arrivo di Injustice in previsione del match tra Myron Reed e Drago valevole per il Middleweight Title. Prima dell’arrivo di Drago nel ring, assistiamo ad un promo di Injustice. Oliver inizia, salutando il pubblico di Houston (eh no, caro mio). Avendo sbagliato città, ha un consulto con Brazil, per poi scherzarci comunque sopra, dicendo che, alla fin dei conti, che sia Houston, o Dallas, o Oklahoma, non importa, perché sono tutte uguali, tutte abitate da brutte facce con stivali da cowboy. Brazil prende poi parola, dicendo che non provano alcun tipo di amore, rispetto e tempo per dei luridi cowboy. Oliver, infine, riprende la parola, dicendo il pubblico ha il dovere di mostrare rispetto per Myron, per il campione, e lo deve fare con il coro “HOT FIRE!”…che, prevedibilmente, non parte. Drago rompe il discorso di Injustice con il suo ingresso nel ring, e il match ha ufficialmente inizio.

MLW Middleweight Championship Match – Myron Reed (c) vs Drago 2.8 out of 5 stars (2,8 / 5)

Il pubblico si dimostra sin da subito a favore di Drago, data la poca simpatia per Injustice, ma entrambi i partecipanti al match dimostrano, durante tutto il match, il loro gran talento ed estrema atleticità. L’incontro è stato favorevole al campione per la maggior parte del tempo, coadiuvato, peraltro, da ripetuti interventi da parte di Brazil e Oliver a distrazione di Drago e dell’arbitro, dimostratisi fatali, infine, per l’atleta della AAA, che viene colpito, a insaputa dell’arbitro, alle parti basse e steso al tappeto per un 450 splash da parte di Reed che gli consegna la vittoria. Importante da notare, e qui casca l’asino (e il mio apprezzamento totale del match), che questa vittoria è stata, almeno parzialmente, rovinata da un presunto botch dell’arbitro, che va per il pin (che dovrebbe essere un 3), ma si ferma al 2, creando un’atmosfera ampiamente spiacevole. L’arbitro, quindi, va per un secondo conteggio, questa volta corretto, per il 3. L’aspetto positivo è che Injustice è riuscita, almeno, a mascherare questo presunto botch prendendo il colpevole a spintoni, dicendo che, ora, pure gli arbitri ce l’hanno con loro. Buon match, ma peccato per il finale.

Winner and still: Myron Reed

Andiamo ora al backstage, dove vediamo Alicia Atout pronta ad intervistare Low Ki. Lo storico atleta della federazione dice non solo di essere il campione massimo nella storia della MLW, ma anche di avere il maggior numero di difese del titolo stesso. Tuttavia, questo discorso molto ispirato viene interrotto da King Mo, il quale si prende gioco di Low Ki per addestrarsi con qualcuno che lui ha steso al tappeto privo di sensi (match di Fightland). Il segmento si chiude con King Mo che si allontana e un Low Ki poco felice delle sue parole.

Vediamo, successivamente, un video promozionale per il match, in programma la prossima settimana, tra Jacob Fatu e Brian Pillman Jr. valevole per il titolo massimo della federazione…che viene interrotto da un promo di CONTRA dal backstage. Josef Samael dichiara che i membri della Hart Foundation, Davey Boy Smith Jr. e Brian Pillman Jr., sono dei falsi idoli. Prosegue dicendo di aver trovato, dopo aver cercato in ogni angolo oscuro e vicolo distorto del pianeta, lo strumento per la distruzione della Hart Foundation stessa, con un indiretto riferimento ad una ignota squadra della morte. Il promo si conclude qui, ma si ha un collegamento con ciò che viene poi detto dal tavolo di commento. Infatti, i commentatori ci avvertono il match in programma per la serata di Air Wolf sarà cancellato, poiché l’atleta è stato brutalmente attaccato e mandato all’ospedale da parte di questa fantomatica squadra della morte.

Un video ci mostra del dominio costruito a Fusion da parte dei fratelli Von Erich dal momento del loro ingresso in federazione, culminato con la loro vittoria dei titoli di coppia. Il footage in questione fa da apertura al nostro main event, che vedrà contrapposti uno dei due Von Erichs, Marshall, e il leader di Dynasty, MJF.

It’s main event time! Vediamo, prima dell’ingresso dei partecipanti al match, Tom Lawlor seduto al tavolo di commento, il quale dice di non essere mai fuggito da nulla, ma che si sta preparando per uno scontro con Ross Von Erich, il quale lo ha provocato per avere un match contro di lui. Tom è pronto ad una battaglia!

Vediamo, quindi, MJF procedere verso il ring, accompagnato da Hammerstone e Medina, ma senza privarsi di lanciare qualche provocazione ai membri maschili del pubblico e prendersi un gradito bacio da parte di una bella donzella. Arrivato nel ring, MJF prende il microfono, pronto per un promo. Vuole spiegare un concetto alla “feccia texana”: c’è un motivo per cui i Von Erichs e la loro famiglia non hanno mai avuto successo nel wrestling professionistico, ovvero il loro essere spazzatura vivente, tanto quanto ogni singolo membro del pubblico. Prosegue dicendo che, dopo il match, un altro dei Von Erichs verrà seppellito, perché il suo nome è Maxwell Jacob Friedman, ed è meglio di tutti voi, e VOI lo sapete. Abbiamo, poi, l’ingresso di Marshall Von Erich sul ring. Tuttavia, prima che il match abbia inizio, i membri di Dynasty provocano l’arbitro, il quale decidere di bannare dal ring Hammerstone e Medina. Il match tra MJF e Marshall può, dunque, avere inizio!

Singles Match – Marshall Von Erich vs MJF 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

Un match ben equilibrato, in cui Marshall dimostra il suo talento in crescita, come anche il suo naturale lato babyface (specie in questo caso, dato il suo essere in casa), e invece MJF si dimostra, come sempre, un esemplare heel. L’incontro si incentra e focalizza sulla mano destra di Marshall, aspetto fondamentale per il fratello Von Erich e la sua finisher, la Claw. MJF, infatti, riesce a sfruttare il ferro del paletto e le grate per far del male alla mano destra di Marshall, per poi continuare il focus durante tutto il match con colpi e sottomissioni dirette alla parte del corpo in questione. Una storia molto ben raccontata, che finisce, nonostante le scorrettezze di MJF e l’intrusione di Dynasty nel match, in favore di Marshall, il quale, a discapito del costante danno ricevuto alla mano destra, riesce a connettere la Claw, e MJF non può fare altro che cedere, concedendo la vittoria al campione di coppia.

Winner: Marshall Von Erich

Approfittando dei festeggiamenti di Marshall, Tom Lawlor cerca di prenderlo alle spalle con una sedia, ma viene prontamente beccato dal fratello Von Erich. Quindi, Dynasty decide di attaccarlo frontalmente, ma Marshall riesce a respingere qualsiasi offensiva! Marshall Von Erich rimane, da solo, in piedi e vittorioso sul ring, acclamato dal suo pubblico texano, ed è così che la puntata #95 di MLW Fusion chiude il sipario.

La prossima settimana avremo il già annunciato match tra Brian Pillman Jr. e Jacob Fatu valevole per il titolo massimo della MLW e tanto altro ancora. Per ora, però, è tutto, cari lettori di Zona Wrestling. Io sono Mauro Cambus, e sarò qui con voi per un nuovo appuntamento con Fusion la prossima settimana. See ya next time!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Evoluzione delle storyline
7,5
Qualità dei promo
8
VIAZona Wrestling
FONTEZona Wrestling
Avatar
Anno: 1994. Passioni: wrestling, videogames (w i Pokémon, dolci e prorompenti), mondo asiatico. Segni particolari: pioniere della Women's Revolution, the Goddess of ZW. LET ME IN!