In pochissimi mesi NXT si è svuotata, o sta per svuotarsi, di quasi tutti i suoi talenti di punta e non, creando come nel “gioco del 15” delle caselle vuote da riempire in modo immediato.

 

Come scritto numerose volte, il problema di NXT risiedeva nella sua abbondanza di talenti, talvolta con poco spazio a disposizione: il problema è stato risolto in modo radicale, mietendo il raccolto in modo quasi intero e lasciando quasi esclusivamente germogli sul nostro ideale e bucolico campo di ruestling. Uno slot che si libera dunque, un’occasione, una possibilitá per talenti in via di sviluppo o giá sviluppati di poter ricevere tempo televisivo in vista dell’agognato (e talvolta giustificatamente temuto) call-up.

In questo editoriale faremo un gioco (trasmissione mentale di voce di Jiggsaw), ossia cercheremo di riempire lo slot lasciato da un call up con un talento a disposizione ad NXT: saro´io ad iniziare per ovvi motivi, ma lascio a voi la prosecuzione di questo piccolo esercizio di fantawrestling, assolutamente inutile per l’ordine cosmico ma potenzialmente svagante almeno per pochi minuti.

(N.B. Un main eventer come Dream ha giá il suo slot, come ad esempio Sane o Baszler: tutto cio´premesso, let’s begin).

Lars Sullivan OUT/Dominik Dijakovic IN: Il desaparecido mastodonte, affetto purtroppo da problemi piuttosto seri riguardo la sua capacitá di performare in pubblico, si era ritagliato un ruolo comunque importante ad NXT, con una serie di squash matches e qualche incontro di rilievo medio altro, come la chance titolata contro black o il multi man ladder match. Il ruolo di monster heel che distrugge tutto dotato di “forza mostruosa e velocitá esplosiva” è stato raccolto appieno dal mastodontico Dijakovic, un atleta davvero impressionante alto piu´di due metri e dotato di un’agilitá spaventosa: credo che in questo 2019 la sua crescita sará esponenziale, cosi´come lo spazio occupato nello show.

Nikki Cross OUT/Io Shirai IN: Il ruolo di lottatrice di livello medio/alto spendibile sia in multi/woman matches che in PPV lasciato dalla malcapitata Cross (la cui presenza va sbiadendosi nel main roster purtroppo) potrebbe essere colmato dalla fortissima Giapponese, come giá evidente dalle puntate settimanali. Sane è giá una lottatrice affermata in possesso di un suo slot, mentre Shirai sta pian piano conquistando i cuori dei fan con uno stile di lotta aggressivo, un look accattivante e mosse altamente spettacolari: prevedo per lei la conquista di una cintura nel corso di questo 2019, che sia singola o di coppia.

Lacey Evans OUT/Vanessa Borne IN: La parte di upper/midcarder heel utile per mandare over la babyface di turno coinvolta magari in faide Titolate potrebbe essere tranquillamente ricoperto dalla Vision, che ha attualmente anche assoldato la sempre piu´magra Aliyah come sua lacchè. Anche l’atteggiamento altezzoso, il look “sassy”, l’aria da femme fatale è decisamente sfruttato al pari della bella Lacey, e sul quadrato entrambe pur essendo lontane dai canoni di eccellenza a cui ci stiamo viziosamente abituando sono ben lungi dall’essere bollate come sensuali paracarri. Non escluderei anche un suo coinvolgimento in multi woman matches, oppure in tag team con la sua compagna di merenda.

Heavy Machinery OUT/Street Profits IN: Ad NXT non ci sono solo tag team di primissimo piano, capaci di match a cinque stelle, ma anche coppie in grado di intrattenere con un’entrata, divertire con segmenti a volta nonsensical, impiegare 10 minuti di show con match disimpegnati ma coinvolgenti. Questo duo promettente a metá in questo 2019 dovrebbe trovare sempre maggiore spazio, prima di un auspicabile split in grado di testare il marito della Belair come potenziale single star: non so quando cio´avverrá, ma credo e spero che in questo 2019 i due possano proseguire nella loro crescita, divenendo sempre piu´capaci di intrattenere senza nemmeno entrare sul quadrato.

EC3 OUT/Keith Lee IN: Un upper/midcarder spendibile come Campione Nordamericano, capace di match tra gli 8 ed i 15 minuti e dotato di un character in grado di risultare magnetico per la folla presente: Keith Lee mi sembra proprio il profilo giusto in grado di sostituire l’ottimo e sottoimpiegato EC3, anzi a superare di gran lunga il ruolo ricoperto nelle dinamiche dello show. Poi ragazzi, chi mi conosce sa quanto io abbia un debole per i cosiddetti “panzoni forzuti”, una categoria morente e sempre deprezzata nel mondo dei ruestlingueb.

Aleister Black OUT/Matt Riddle IN: Il ruolo di picchiatore imbattuto e letale puo´essere tranquillamente essere sostituito con quello del Re delle asfissianti sottomissioni. I character sono diametralmente opposti, uno un Cavaliere Oscuro e vendicativo, l’altro un fattone in ciabatte, ma entrambi hanno quell’aria di costante pericolositá e predestinazione in grado di poter catturare l’immaginario del pubblico. Riddle è il futuro, non lo scopriamo oggi, e questo 2019 sará il suo anno senza dubbio alcuno.

Ricochet OUT/Stacey Erwin Jr. IN: Ovviamente parliamo, in termini di starpower ed esperienza, di due mondi completamente diversi. Il primo si è fatto le ossa nelle indy, in Giappone, in Messico, mentre il secondo approda al PC direttamente dalla vittoria Titolata del NCAA come ginnasta. Tuttavia Ricochet ha pressoché “incoronato” il carismatico Stacey come suo erede (i due sono molto legati) e quest’ultimo parrebbe essere l’unico capace di mettere in seria difficoltá Ricochet per quanto riguarda agilitá e controbalzi. Date tempo a questo ragazzo, ed in due anni diventerá difficile staccare gli occhi dallo schermo ogni volta che lo vedrete: mark my words.

Ciampa & Gargano OUT/Cole & O’Reilly IN: Gli amici-nemici, alleati-rivali…una formula che nel wrestling ha sempre funzionato alla grande, specialmente con la gente giusta nel ruolo giusto. Ciampa e Gargano hanno scritto e stanno scrivendo la pagina di wrestling piu´bella di sempre ad NXT, divenendo grazie alla loro rivalitá due dei perni dello show, capaci di appassionare sempre e mesmerizzando il pubblico con segmenti, incontri e storia raccontata: Cole e O’Reilly hanno giá dimostrato di poter fare lo stesso nella ROH una volta smantellato il loro precedente Tag Team (Future Shock). Ed il tutto, aggiungerei, è stato dimostrato quando i due non avevano ancora il coefficiente di maturazione attuale: una faida, che sia oggi o domani, potrebbe colmare mesi di storyline ed i match sarebbero a dir poco fantastici: chi ha buona memoria non potrá che essere d’accordo con me.

Bene, lascio ora la parola a voi: IN&OUT, uscite i nomi!

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.