Maineveeeenters, siete carichi?? Siete pronti?? Se la vostra risposta a queste domane, in puro stile Ibiza by night, è stato un bel Sì gridato a pieni polmoni allora avete lo spirito giusto, la pazzia e il coraggio per varcare le porte dello show blu e rosso targato WWE. A guidarvi in questa puntata, come sempre, il vostro reporter mascherato: Lucha Kappa.

Quale modo migliore di iniziare questa puntata se non con un 8 men tag team match; gli Uso faranno squadra con i PTP per affrontare la strana alleanza tra gli Ascension, Stardust e Tyler Breeze.

 

  • Match: The Uso/The PTP vs The Ascension/Stardust/Tyler Breeze

(2 / 5)

Jimmy e Tyler sono i primi ad iniziare, col samoano che ha da subito la meglio sul rivale a suon di chop e schiaffoni. Cambio per Titus che continua l’opera di demolizione ai danni del Super Modello. Breeze sfinito da il cambio a Viktor, poco prima di caracollare al suolo. O’Neal, dopo un primo momento di difficoltà, ne ha anche per il membro degli Ascension connettendo con una devastante combo di body slam e leg drop. Cambio per Young e splash assistito ai danni di Viktor, per un conto di due a favore del componente dei PTP. Tag per Jey, con l’atleta samoano che àncora al tappeto l’avversario con un lucchetto laterale alla testa. L’intervento scorretto di Stardust rimette in partita il team dei cattivi. Dopo la pausa pubblicitaria Konnor e Stardust stanno isolando Jey, con il Re della Quinta Dimensione che, con grande classe, frusta il Samoano con i brandelli della sua stessa t-shirt strappata. Il team dei cattivi, grazie a veloci cambi e mosse combinate, sembra aver preso le redini dell’incontro. Non senza fatica e dopo aver subito una sequela di pesanti colpi da parte di ogni avversario, Jey riesce, finalmente, a passare il testimone a Young. Il membro dei PTP, carico a molla, fa piazza pulita dei rivali a suon di clothslines e colpi diretti. La carica di Darren viene fermata dagli Ascension che, abbrancandolo per le gambe, trascinano all’esterno del ring l’atleta di colore, poco dopo il blind tag di Titus. A soccorso del loro fidato alleato, partono gli Uso che, incuranti del pericolo e delle leggi della fisica, si proiettano oltre la terza corda verso gli Ascension. Stardust e Breeze rimasti sul ring sono facili vittime della foga e della potenza di Titus che da solo è in grado di fronteggiare ambedue gli avversari, sino alla fatale Clash of the Titus ai danni del Re della Quinta Dimensione per il tre vincente.

Winner: PTP/Uso

 

Dopo questo caotico incontro, torniamo con le immagini a Raw per vedere l’implosione del Team B.A.D. e l’intervento di Becky a supporto della Boss proprio contro le sue, ormai, ex compagne di stable. Nel backstage di Main Event la nostra HORA!HORA! Jojo ( e qui chi capisce il riferimento ha tutta la mia stima ndr) ha l’onere e l’onore di avere al suo microfono proprio Tamina e Naomi, che, forse, vorranno dare al WWE Universe qualche spiegazione per quanto occorso a Raw.

Il duo, che ha deciso di farsi chiamare le Naomina, affermano che loro non hanno tradito Sasha ma è The Boss che ha tradito loro; il team BAD era pronto a sostenere, come sempre, una dei suoi membri e la Banks ha respinto questo aiuto mancando di rispetto e peccando di lealtà proprio nel momento in cui il gruppo sarebbe dovuto restare più compatto. Stasera questo nuovo/vecchio duo avrà modo, affrontando Natalya e Paige, di dimostrare a tutto l’Universe che loro non hanno bisogno della Banks né di nessun’altro.

Dopo queste pesanti, pesantissime, dichiarazioni è il momento del secondo incontro della serata che vedrà opposti il ballerino Fandango e il Patriota Jack Swagger:

 

 

 

 

  • Fandango vs Jack Swagger

(1,3 / 5)

 

Swagger domina le fasi iniziali dell’incontro grazie al suo maggiore bagaglio tecnico. Il Ballerino reagisce con una serie di colpi diretti ma Jack riporta la contesa in suo favore con un braccio teso in corsa. Fandango, dopo essersi difeso dalla prematura Swagger Bomb del Patriota, connette con un legdrop in springboard per poi intrappolare il rivale in un doloroso lucchetto alla testa. Jack sfugge alla prese ma Fandango lo rimette in riga con un dropkick che gli fa guadagnare un conto di due. Il ballerino tenta la manovra in corsa, tuttavia Swagger, dal nulla, intrappola l’avversario nella sua Patriot Lock costringendolo alla resa.

Winner (via submission): Jack Swagger

 

Con le immagini, per una volta, non andiamo in quel di Raw, per la solita finestra sui momenti salienti dello show del lunedì, ma rendiamo omaggio, nel mese della storia degli afro-americani, ad un grande atleta fuori e dentro il quadrato, l’Uomo più Forte del Mondo: Mark Henry. Il filmato ci svela un lottatore e un uomo impegnato nel sociale e amato, per il suo carattere e grande cuore, da ogni collega nel backstage. Al termine di questo giusto omaggio tocca alle Signore menare le mani, per un tag team dal risultato incerto: il team Bad o Naomina, povero della Banks, dovrà fronteggiare Paige e Natalya.

 

  • main event: Naomina (Naomi&Tamina) vs Paige&Natalya

(2,2 / 5)

 

Aprono le danze Natalya e Tamina, in uno scontro di tecnica e potenza. Cambio per Paige e l’atleta samoana incassa un doppio suplex. L’inglese colpisce con una violenta testata il capo della rivale ma la manovra si rivela assai controproducente per l’incredibile resistenza del cranio di Tamina. La possente atleta Samoana avanza minacciosa contro la sua avversaria, che intanto chiede perdono per il colpo appena rifilato, trascinandola di peso verso l’angolo amico; tag per Naomi. Paige tira fuori il carattere e sistema, con le sue solite ginocchiate, il busto della rivale. La tecnica dell’inglese le permette di chiudere la nemica all’angolo colpendola con violenti stomp in pieno busto. Naomi si riprende e, sfruttando le sue lunghe leve, inizia ad offendere l’avversaria con una combo di calci conclusa con enziguri ad altezza nuca. La manovra non basta all’atleta di colore per liberarsi dell’assalto della rivale, la quale riesce a connettere con una fall-away slam di rara potenza che sbalza fuori dal ring la rivale. Tamina accorre per dare manforte alla compagna di tag ma, nel tentativo di salire sul ring, viene costretta al suolo dal doppio dropkick in corsa di Natalya e Paige. Dopo la pausa pubblicitaria, Tamina è Paige stanno lottando per la supremazia sul quadrato. Super kick dal nulla della Samoana, approfittando di un’avversaria distratta dall’intervento della compagna. Paige, costretta all’esterno del ring dopo l’ulteriore intervento scorretto di Naomi, rischia il conteggio fuori; Tamina non si accontenta di una così insulsa vittoria e, di peso, riporta la rivale sul quadrato. Tag per Naomi ma la musica non cambia, con Paige totalmente sopraffatta dalle avversarie. La Samoana rientra in gioco per sfinire, con una presa statica, ulteriormente la rivale. Lo splash di Tamina va a vuoto e, finalmente, l’inglese riesce a dare il cambio ad una furente Natalya. L’atleta canadese spazza via ogni resistenza avversaria, connettendo, infine, con la discus clothsline ai danni di Naomi. Quando il sipario sta per calare sull’incotro, Tamina interviene salvando le Naomine dall’onta della sconfitta. Rear View improvviso di Naomi e tocca a Paige, stavolta, evitare lo schienamento fatale. Natalya tenta di chiudere la rivale nella Sharpshooter ma l’atleta di colore è brava a ribaltare la manovra nella sua Slay-Mission che costringe la canadese alla resa.

Winner (via submission): Naomina.

 

Le immagini sfumano sulle festanti Tamina e Naomi per la prestigiosa vittoria ottenuta e Main Event, per stanotte, può dirsi concluso. Io sono Lucha Kappa e, come mio solito, vi auguro una fantastica settimana all’insegna del wrestling e non, non potendo che gridare: HASTA LA LUCHA SIEMPRE!!!

PANORAMICA RECENSIONE
Generale
5
Claudio
Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.