Hola Maineventers!!!! Il Vostro LuchaKappa è pronto a raccontarvi una nuova puntata dello show che con i suoi sgargianti colori rosso e blu rende omaggio alla straordinaria campagna acquisti del Cagliari: WWE Main Event. Al tavolo di commento a dar man forte a Tom Phillips, in sostituzione a Jerry The King Lawler, un collega nonché carissimo amico: Mr. David Otunga. Ma bando alle ciance e pronti per l’azione.

 

In un mare di vapore e ingranaggi fa il suo ingresso nell’arena Becky Lynch che oggi dovrà fronteggiare, nel suo match di preparazione a Money in the Bank, Summer Rae.

  • match: Becky Lynch vs Summer Rae

(2 / 5)

L’atleta Irlandese prende, subito, il controllo dell’incontro con diverse manovre in sequenza. Summer trova la reazione con una azione al limite del regolamento che le permette di far impattare il volto della rivale contro il paletto d’acciaio. Becky sfugge alla sconfitta per count-out ma , risalita sul ring, è costretta a subire la pesante offensiva rivale. La Rae continua con le sue azioni scorrette cercando di trovare la via per la vittoria. Comeback dell’Irlandese che sfodera, infine, l’Exploder Suplex. Calcio ghigliottinante di Summer che non riesce, tuttavia, a superare un conto di due. Becky converte una serie di roll-up nella sua Dis-arm-her che costringe Summer alla resa.

Winner (via submission): Becky Lynch

Le telecamere si spostano nel backstage dove, al microfono della sorridente Renee Young, si trova l’ancora più sorridente Apollo Crews che affronterà, nel prossimo Special Event, Sheamus. Per Apollo, il suo avversario non è nient’altro che un bullo e come ogni bullo che si rispetti è solo, in fondo in fondo, un codardo. Toccherà a lui, stavolta, dargli una lezione sul quadrato. Prima che Crews possa continuare il suo discorso bellicoso, ecco comparire Bubba Ray, accompagnato dal fidato fratello in armi. Forse toccato sul vivo per il brutto discorso sui bulli, il buon Bubba invita Crews a non preoccuparsi di quel che accadrà domenica sera bensì a prestare la sua attenzione a ciò che succederà stasera, perché a lui non piacciono questi giovinastri della “Nuova Era”. Apollo continua a sorridere, suscitando l’irritazione di Bubba, di D-Von e del Sottoscritto. Crews dice di rispettare i Dudley Boyz e di essere onorato di poter calcare il loro stesso ring, tuttavia sorride al sol pensiero di vedere l’espressi0ne di Bubba quando stasera lo sconfiggerà nel loro incontro. Ray sta per spaccare la faccia a Mr. Strafottenza Crews ma D-Von, ricordandosi dei suoi trascorsi da Reverendo, lo invita alla calma e a preservare le forze per l’incontro.

Dopo questo simpatico siparietto che ha decretato il nostro main event della serata, tocca a Jack Swagger e a Viktor darsi battaglia sul quadrato. Il membro superstite degli Ascension, in fase di miglioramento, potrebbe finalmente trovare la vittoria.

  • match: Jack Swagger vs Viktor

(2,2 / 5)

Viktor soffre il maggior bagaglio tecnico del rivale riuscendo a trovare una timida reazione solo grazie alla sua maggiore cattiveria agonistica e al suo stile rude. Swagger riguadagna il controllo del match con un buon suplex. Il membro degli Ascension, sfruttando una disattenzione del rivale, riesce a scaraventarlo all’esterno del ring. Dopo la pausa pubblicitaria Viktor, avvantaggiandosi della brusca caduta sofferta dal rivale, tiene salde le redini dell’incontro avvicinandosi, minuto dopo minuto, alla tanta agognata vittoria. Neanche i cori patriottici del pubblico sembrano riuscire a dar forza a Swagger, totalmente in balia del rivale. Comeback, prevedibilissimo, di Jack che mette in scena tutto il suo arsenale, compresa la Swagger Bomb. Viktor scivola all’esterno del quadrato riuscendo a sorprendere l’avversario, in carica, con un uppercut. Swagger, per poco, non viene contato fuori ma, una volta messo piede sul quadrato, viene travolta dalla ginocchiata in salto del rivale. Viktor, vicinissimo per la seconda volta alla vittoria, continua la sua offensiva salendo sulla seconda corda per l’assalto aereo. La mossa si rivela, purtroppo, azzardata con Jack che afferra saldamente la caviglia nemica chiudendo il rivale nella Patriot Lock fatale.

Winner(via submission): Jack Swagger

Ancora una volta, le immagini ci fanno rivivere la rivalità tra Reigns e Rollins di cui, ormai, penso sappiate l’esito finale. Facciamo però un passo indietro e ricostruiamo le tappe che ci hanno portato a questo scontro di forze. Dallo Shield ai giorni nostri, passando per i vari tradimenti, incassi e infortuni.

Dopo questa splendida retrospettiva siamo pronti per il match finale della serata, nel quale si spera che Bubba possa far smettere di sorridere, per una volta, Apollo ( mi scuserete il commento di parte).

  • Main event: Bubba Ray (with D-Von) vs Apollo Crews

(2,2 / 5)

 Apollo si becca le urla e le spinte di Bubba che pare sfogare su Apollo tutta la sua frustrazione per la Nuova Generazione che incombe. Ray fa assaggiare a Crews un po’ di tosta, cara, vecchia scuola spegnendo sul nascere ogni sua velleità acrobatica. Apollo sposta la levetta sulla modalità big man e inizia a colpire pesantemente il rivale fino a portarlo all’esterno del ring. Bubba pare essere già stufo della contesa invitando D-Von a prendere un tavolo da sotto il quadrato. Dopo la pausa pubblicitaria, Ray pare aver deciso di continuare lo scontro in maniera regolare, con il tavolo che minaccioso si staglia all’esterno del quadrato. Bubba continua con la sua rude offensiva, sbeffeggiando, di tanto in tanto, il rivale. D-Von approfitta di un arbitro disattendo per fare quattro chiacchiere con Apollo, permettendo al fratello di chiudere il rivale in una logorante presa statica. Ray fallisce una letale senton ma, subito, trova la reazione con un super calcio in piena faccia. Comeback di Apollo concluso con un spettacolare salto dalla corda più alta. Ray sfodera la Bubba Bomb ma Crews non pare voler cedere. D-Von cerca di passare il tavolo al fidato compagno di Tag venendo, tuttavia, travolto dal doppio calcio di Apollo. Crews connette con l’Angle Slam chiudendo, infine, il match con il suo Standing Moonsault.

Winner: Apollo Crews

Per la mia gioia, la puntata si chiude su un super sorridente Apollo. Per questa settimana è tutto Gente. Godetevi, se già non l’avete fatto, Money in the Bank e passate una fantastica settimana di Ruestling e non.

LuchaKappa vi saluta: HASTA LA LUCHA SIEMPRE!!

PANORAMICA RECENSIONE
Generale
5.5
Claudio
Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.