Bentornati amici di ZonaWrestling, è arrivato un nuovo mercoledì e siamo pronti a vivere insieme le emozioni di un nuovo episodio di NWA Powerrr. Dopo il particolare episodio del Ringraziamento della scorsa settimana, questa settimana torniamo dagli GPB Studios di Atlanta con un match titolato nel main event. In attesa di scoprire come questa settimana la NWA avrà deciso di gestire la situazione relativa a Jim Cornette, alla tastiera per voi, come sempre, c’è Nino De Maio.

Dopo il recap di quanto accaduto nelle scorse settimane e la sigla troviamo ad accoglierci, in una sorta di confessionale del Grande Fratello, Joe Galli, ancora completamente solo come Laura Pausini dopo che Marco se n’è andato con il treno delle 7 e 30, e ci preannuncia quello che andremo a vedere nell’episodio odierno. Ma passiamo subito all’azione, sul ring ci sono Ricky Starks e Colt Cabana pronti ad affrontarsi in un match non titolato, ma giunge subito in studio Aaron Stevens accompagnato come sempre da Question Mark. Il discendente di Shakespeare si chiede come mai chiunque possa ottenere una title shot e a una divo hollywoodiano come lui non ne sia mai stata concessa una. Cabana allora gli dice che non lo considera nemmeno un wrestler, ma potrà avere la sua title shot al National Title se questa sera riuscirà a sconfiggere Ricky Starks, senza avere all’angolo Question Mark. Stevens accetta la sfida e sale sul ring.

Shot at National Title Match: Aaron Stevens vs Ricky Starks 2 out of 5 stars (2 / 5)

La NWA ha scelto, a mio avviso intelligentemente, di conservare il commento originale con Jim Cornette in attesa di trovare una soluzione per le prossime registrazioni. Il match si apre subito con un attacco di Stevens a Starks al suono della campanella, mentre Colt Cabana osserva il tutto a bordo ring. Ma Starks ribalta immediatamente la situazione e stende l’avversario con una spear. Rimasto in balia dell’avversario Stevens finge un infortunio al ginocchio e viene raggiunto a bordo ring da Question Mark. L’uomo mascherato sale sul ring e colpisce Starks, mentre l’arbitro è intento ad accertarsi delle condizioni di Stevens. Quest’ultimo guarisce miracolosamente e va a prendersi il pin vincente che gli varrà un match titolato contro Colt Cabana.

Winner: Aaron Stevens via pinfall

Joe Galli annuncia che per il 2 out 3 fall di Into The Fire James Storm e Nick Aldis potranno scegliere un arbitro a testa per le prime 2 falls e nel caso ci fosse bisogno di una terza fall sarà il buon vecchio metodo del lancio della monetina a scegliere il direttore di gara. James Storm in un promo registrato si rivolge a Nick Aldis dicendogli che sa che lo sta facendo impazzire non sapere quello che Kamille ha sussurrato nell’orecchio del cowboy due settimane fa. Poi ricorda di aver battuto Nick Aldis in un evento NWA di gennaio, ma non lo vedremo mai perché la compagnia sta ordendo un complotto ai suoi danni. A maggiore conferma di ciò, Storm rivela di essersi guadagnato la title shot per Into The Fire in un Three Way Match contro Anderson ed Eli Drake, ma il match non è mai stato mandato in onda. Siccome però il PPV non potrà essere editato, si è assicurato di scegliere il migliore arbitro in NWA, Brian Hebner, con il quale ha già parlato e che gli ha garantito assoluta trasparenza.

Dopo un video package dedicato a Question Mark e al suo KARATEEEEE, ci vengono mostrate le immagini dell’incontro ravvicinato tra il campione del mondo Nick Aldis e il leggendario Great Muta avvenuto a Wrestlecade. Torniamo in studio con David Marquez che accoglie Melina, dandole anche lui il benvenuto in NWA. Melina dice che dal suo arrivo le donne sono state considerate al pari di una pausa pubblicitaria, ma il suo dono naturale è riuscire a tirare fuori il meglio dalle persone, una cosa che una campionessa dovrebbe saper fare. Melina poi continua affermando che qualsiasi sia il sentimento che le altre provino nei suoi confronti (dall’ammirazione all’odio) sta dando loro uno scopo e lo scopo che sta dando alla campionessa è quello di difendere il titolo da lei. Allisyn Kay non si fa attendere e dice a Melina che non ha idea di quello che ha innescato e che lei non ci casca come hanno fatto Marti Belle e Thunder Rosa e di fronte a lei vede solo una persona che ha paura di combattere le proprie battaglie e invita l’ex MNM a salire sul ring per un match. La campionessa è a centro ring, mentre Melina sale sull’apron ring, ma prima di oltrepassare le corde viene raggiunta da Thunder Rosa e Marti Belle che attaccano la campionessa, lasciandola ancora una volta inerme sul quadrato.

Al microfono di Kyle Davies troviamo i Rock and Roll Express che stasera puntano al nono titolo di coppia in carriera e ci ricordano che il wrestling old school è tutta la loro vita e questo è ancora il loro sogno.

Dopo aver ascoltato Storm è il momento delle parole di Nick Aldis. Il campione va dritto al sodo e decide di spiegare perché il 3 way match che ha incoronato Storm number one contender non è stato mandato in onda e non è stato nemmeno riconosciuto dalla NWA. La motivazione è che la presenza di Storm non era nemmeno prevista nel match, ma il Cowboy ha imposto la sua presenza nel match come fa sempre, anche se questa non è più la TNA. Aldis poi riconosce il lavoro del cowboy come National Champion, ma allo stesso tempo ricorda che Storm ha anche perso il titolo e da quel momento non ha fatto altro che lamentarsi per ottenere una shot al titolo del mondo che non ha mai meritato. Il 3 way è stato poi pieno di interferenze e non è questo il modo in cui si fanno le cose in NWA e quindi il match non è stato riconosciuto. Aldis decide poi di rispondere alla domanda che probabilmente in questo momento è nella testa di tutti noi: se il match non è stato riconosciuto, perché Storm avrà il suo match titolato? Il campione ci dice che la risposta è molto semplice, è stato lui a volerlo, per far affogare James Storm nella sua stessa merda. Aldis dice di aver poi fissato uno standard importante nei suoi match con Cody e per mantenere questi standard, l’unica persona di cui può fidarsi e che capisce davvero cosa c’è in gioco è una sola e sarà l’arbitro scelto da lui: Tim Storm. L’intervistatore gli chiede cosa stia invece accadendo tra lui e Kamille: Aldis spiega che se non vediamo Kamille al suo fianco, la scelta è della ragazza. Tuttavia, viste le circostanze, ha deciso di dare a Kamille la giornata libera (che sarà comunque pagata) a Into The Fire, perché non vuole dare nessun motivo di lamentarsi a James Storm dopo che l’avrà sconfitto, a suo dire quasi sicuramente senza nemmeno arrivare alla 3 fall. Dopo Into The Fire Kamille tornerà regolarmente al suo fianco.

NWA World Tag Team Championship Match: Rock and Roll Express vs Wild Cards 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Siamo al main event della serata, con i Rock and Roll Express che proveranno a diventare campioni di coppia per la nona volta a trentacinque anni di distanza dalla prima. Match dai ritmi prevedibilmente non elevatissimi, con i campioni in controllo per larga parte della contesa, fino a quando Robert Gibson riesce a dare l’hot tag a Ricky Morton, ribaltando la situazione a proprio vantaggio, con Isaacs che è costretto a salvare Lattimer che stava per essere schienato dopo un doppio dropkick degli sfidanti. I campioni allontano Morton dal ring e stanno per mettere ko anche Gibson, quando Morton sale sul ring e con un roll-up schiena Isaacs permettendo ai Rock and Roll Express di diventare campioni di coppia NWA per la nona volta in carriera.

Winners and New NWA World Tag Team Champions: Rock and Roll Express via pinfall

I nuovi  campioni vengono raggiunti sul ring da Jim Cornette che festeggia con loro il nono titolo, un’immagine che con il senno di poi appare più che beffarda. La linea torna quindi a Joe Galli, che ne approfitta per ringraziare Jim Cornette per il lavoro svolto in NWA. In un promo nel backstage poi i Rock and Roll Express ci ricordano di aver fatto la storia diventando campioni di coppia per la nona volta. Joe Galli ci informa che i nuovi campioni dovranno difendere i titoli appena conquistati in un rematch contro i Wild Cards a Into The Fire.

Viene poi ufficializzato anche il match per il Nation Title che vedremo a Into The Fire, un 3 way tra il campione Colt Cabana, Ricky Starks e Aaron Stevens che si è guadagnato la sua shot stasera. Prima di chiudere la linea passa al campione Nick Aldis che ci annuncia il sostituto di Jim Cornett al commento, p un uomo che ha una lunga storia nel wrestling, che è un suo amico, quindi una buona notizia, anche se per altri potrebbe essere una bad news e ci mostra l’immagine di Stu Bennett (aka Wade Barrett in WWE per chi non lo sapesse). Con questa notizia si chiude un altro episodio di NWA Powerrr e quindi siamo giunti anche per quest’oggi al momento dei saluti, l’appuntamento è tra una settimana, sempre su queste pagine, per il racconto di un nuovo episodio.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.5
Qualità dei promo
8
Evoluzione delle storyline
6,5
Nino De Maio
Nato nel 1991, appassionato di wrestling dal 2003, newsboarder dal 2017. Esteta del wrestling e dello sport in generale. I miei lottatori preferiti sono Eddie Guerrero, AJ Styles, Kurt Angle e CM Punk. Burn it down!