Entriamo nel mese di Ottobre e vediamo cosa ci riserverà questa settimana la nuova puntata di NXT sulla strada che ci porterà ai War Games

Prima della sigla Nikki Cross si è accesa la macchina del fumo e delira come sempre sul fatto che non vede l’ora di divertirsi ancora con Bianca Belair, sperando che non abbia paura di comportarsi da bambina cattiva per poi mettersi a due centimetri dalla telecamera e ricordarci che lei sa…ma ovviamente si tiene tutto per sè, per ora..

Sigla e entriamo alla NXT Arena e si parte con un match femminile sulla carta decisamente molto intrigante.

Match 1: Candice LeRae vs Lacey Evans (2,5 / 5)

Oh hanno tolto la theme fastidiosissima a Candice e ciò è bene, ma quella che le han messo è di un generico che manco avesse la maschera e fosse a salvare bimbi in Messico. Partenza del match molto equilibrata dove Candice sembra esser un passo avanti grazie alla sua elasticità sul quadrato ma Lacey risponde con uno shoulderblock che arresta gli attacchi dell’avversaria e le consente di colpire anche all’angolo con la Bronco Buster per un conto di 2. La ex marine e pin up continua a controllare la contesa usando bene anche le sue lunghe leve al tappeto e con i calci per non aumentare il ritmo e mettendo in difficoltà l’avversaria, con anche qualche trucchetto vecchia scuola. Una lunga sleeper hold a centro ring mette in seria difficoltà LeRae che si libera a fatica e poi evita un elbow drop di Evans che le permette di metter a segno lo Step Up Enziguri con cui ottiene un po’ di inerzia per partire all’attacco e volare anche dalla seconda corda con il suo bulldog in rotazione che le vale solo un conteggio corto. Evans cerca di difendersi e di prendere fiato prendendo anche in giro Gargano e Candice impazzisce come il marito e carica furiosamente l’avversaria al paletto, l’arbitro la deve però allontanare per l’eccessiva foga usata e Lacey può colpire con il suo letale Woman’s Right che le vale una importante vittoria.

Vincitrice: Lacey Evans

Bel video in preparazione al super triple threat match in programma settimana prossima tra Ricochet, Adam Cole e Pete Dunne che si affronteranno per il titolo Nord Americano in uno scontro che si prevede da fuochi d’artificio.

Video promo registrato per Tommaso Ciampa che se la prende con coloro che incolpano gli altri per cose che hanno commesso loro stessi. Il riferimento, neppur troppo velato è a Velveteen Dream che lo ha riaccusato dell’attacco a Black che magari ha commesso proprio lui e se vuole trasformare la sua vita da sogno a incubo ha trovato la persona giusta.

Match 2: Forgotten Sons vs Cesar Rice, Terry Kirsch and Vince Mixon (1,5 / 5)

Super squash dei tre figli dimenticati che non si fa tanti problemi e spazza via i malcapitati jobbers, tra cui uno notevole con giacca da domatore di leoni.Chiusura con Ryker che mette a segno la sua slingshot powebomb che come finisher è sicuramente d’impatto.

Vincitori: Forgotten Sons

Rivediamo lo scontro di settimana scorsa tra Kairi Sane e Shayna Baszler con l’ufficializzazione del loro match per il titolo a Evolution e vediamo come si sta preparando la sfidante alla possibilità di riottenere la sua cintura di campionessa femminile, lavorando come si è sempre preparata prima dei suoi match nelle MMA.

Intervista a Tony Nese che è sceso a NXT per far vedere anche qui che è un atleta di livello superiore, come fa già tutte le settimane a 205. Diciamo che però lo scoglio davanti a lui è di quelli belli spigolosi dato che se la dovà vedere con un affamato Johnny Gargano.

Sempre all’angolo interviste, Bianca Belair dice che non vuole giocare con Nikki ma si vede costretta ad accettare la sfida per umiliare l’avversaria e restare IM-BAT-TU-TA

Match 3: Tone Nese vs Johnny Gargano (3 / 5)

Partenza subito sparata per questo match con un buono spunto iniziale per Tony che blocca con un gran lariat un attacco a piena corsa di Johnny e lo blocca all’angolo per far valere la sua forza. Gargano non vuole però mollare subito e si riprende lanciando l’avversario fuori ring e volandogli addosso con un Suicide Tope per poi suonarlo a colpi di chop dentro e fuori dal quadrato, ma Nese lo blocca una volta arrampicatosi sulle corde e ottenendo un conto di 2 dopo una Gutbuster. Tony cerca con buona strategia di bloccare Gargano al tappeto e fiaccarne la resistenza con una bodyscissor prolungata e anche una volta interrotta la presa riesce a continuare l’attacco ma va a vuoto con un moonsault di rimbalzo e Johnny è lesto a usare la prima occasione per metter a segno la DDT dall’apron e prendere un po’ di abbrivio e la sua sequenza d’attacco si chiude con la slingshot spear che gli vale un conto di 2. Il match si mantiene molto equliibrato e Nese si dimostra un degnissimo avversario di Mr Wrestling e i due si scambiano notevoli tentativi di schienamento acrobatici e Tony che ha la meglio nello scambio con una violenta Buckle Bomb che procura parecchio dolore al braccio e al collo di Gargano. La sfida si sposta di nuovo fuori dal ring ed è ancora Nese che ha la meglio, bloccando l’apron DDT dell’avversario e poi colpendo con un Fosbury Flop all’esterno che gli dà la possibilità una volta risaliti sul quadrato di colpire con la 450 splash ma Gargano in qualche misterioso modo esce dallo schienamento prima del 3. Tony cerca di chiudere il match con la ginocchiata all’angolo ma Gargano evita e contrattacca con l’enziguri ma si prende un german suplex all’angolo ma Johnny con la disperazione mette a segno superkick + lariat e può applicare la sua Gargano Escape per ottenere una vittoria quanto mai necessaria per tranquillizzarlo in un momento cosi complesso della sua carriera.

Vincitore: Johnny Gargano

Promo per il mio tag team preferito, quei due pazzi pelati di Oney Lorcan e Danny Burch in cui rivediamo tutta la loro storia col passaggio da nemici ad amici e il fallito tentativo di vincere i titoli di coppia a Takeover Chicago.

Tra due settimane avremo il rematch tra Nikki Cross e Bianca Belair, mentre settimana prossima oltre al match a 3 per il titolo nord americano avremo anche Keith Lee vs Kona Reeves.

Match 4 : Lars Sullivan vs EC3 (2,5 / 5)

EC3 parte subito carichissimo arrivando di corsa durante la sua theme e scagliandosi a tutta forza contro Sullivan e facendolo finire fuori ring con un paio di ginocchiate e facendolo poi scontrare contro i gradoni ma avendo bisogno di ben 3 cariche per abbatter il gigantesco avversario. Lars, con la schiena davvero segnata dai colpi, rientra sul ring ma i suoi attacchi non sembrano avere la solita potenza e precisione e subisce anche una powerslam di EC3 che tenta lo schienamento dopo un elbow drop ma riesce all’uscire al conto di uno . Sullivan riesce a bloccare l’avversario al paletto e può cominciare a lavorarlo con il suo repertorio di potenza ma EC3 si difende con ordine e va di nuovo vicino alla vittoria dopo un un buon front facelock legsweep. Sullivan sembra davvero in difficoltà contro il gameplan di EC3 ma riesce a reagire con un lariat che interrompe l’attacco avversario e gli permette di colpire a terra con una serie di forearm brutali ma EC3 reagisce con un incredibile german suplex per la stazza dell’avversario e poi mette a segno un non pulitissimo crossbody dalla terza corda per un conto di 2. EC3 cerca di caricare l’avversario per la One per Cent ma viene steso da un altro lariat di Sullivan ma esce dal tentativo di Freak Accindent e con un braccio teso fa finire tutti e due fuori ring, ma fuori dal quadrato Sullivan lo blocca, lo colpisce con la Freak Accident sull’apron e poi va di Flying Headbutt che non lascia scampo e vale la vittoria alla bestia dalle montagne rocciose.

Vincitore: Lars Sullivan

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7
Qualità promo
6,5
Evoluzione storylines
6,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.