Evento numero 20 su FOX per la UFC con un main event tutto al femminile tra l’ex campionessa Holly Holm in cerca di riscatto dopo la sconfitta e la conseguente perdita del titolo contro Miesha Tate, e Valentina Shevchenko, prospetto in grande ascesa e decisamente pericolosa. Vediamo come è andato l’evento nella review qui di seguito:

Pesi paglia donne, Felice Herrig vs Kailin Curran
Primo match della main card per Fox, incontro femminile, parte bene la Herrig con un gancio sinistro ed un calcio al corpo. La Curran lavora con i calci bassi e mette a segno un destro molto buono, tuttavia la Herrig riesce a connettere un bel takedown, ottima transizione per la fighter bionda che si garantisce la posizione di guardia completa alle spalle dell’avversaria. Grande lavoro della Herrig che mette l’avanbraccio sotto il mento della Curran, stringe la rear naked choke e costringe la Curran a cedere immediatamente. Vittoria lampo per la Herrig, due minuti e lavoro ultimato con una splendia sottomissione, niente da fare per la Curran.
Winner by submission: Felice Herrig

Pesi massimi, Francis Ngannou vs Bojan Mihajlovic
Round 1, niente da segnalare all’inizio, Ngannou è molto guardingo e chiuso, ma gancio sinistro per lui al petto del croato, il quale vola per terra, subito ricoperto da Ngannou che lo schianta a suon di hammer fist, chiamando l’arbitro allo stop. 1:34 minuti e Ngannou vince il match, lottatore molto interessante e che si sta facendo largo alla grande nella categoria, attenzione a questo nome, completamente annientato e asfaltato Bojan Mihajlovic.
Winner by TKO: Francis Ngannou

Co-Main Event, pesi leggeri, Edson Barboza vs Gilbert “El Nino” Melendez
Co-Main Event molto interessante tra due lottatori veramente speciali nella categoria pesi leggeri, Melendez inizia aggressivo con un buonissimo 1-2 e prova un paio di calci bassi senza fortuna. Melendez prova un single leg, ma Barboza risponde con un gancio destro e si leva dalla presa, uppercut per Melendez, ma Barboza risponde con un gancio sinistro a segno, running knee al corpo a favore di Melendez. Barboza trova un calcio basso esterno e un calcio sinistro al corpo, altro spinning kick al corpo di Melendez. Entrambi avanzano con degli scambi mancini in questa parte di round, sinistro di Barboza che fa scivolare o comunque mette in difficoltà Melendez, uppercut di Barboza e nuovo gancio sinistro. Il round si chiude con una buonissima ginocchiata sempre di Barboza su Melendez che arranca dopo un buon inizio. Il round 1 è del brasiliano.

Melendez prova ad avvicinarsi immediatamente nel round 2, ma Barboza lo respinge con calci bassi e lo butta a terra, ma consentendo subito a El Nino di tornare in piedi. Calci esterni molto duri di Barboza, Melendez non riesce a trovare il timing giusto ed è in balia dell’avversario. Altri due calci bassi puliti per Barboza, Melendez a vuoto con due pugni, quindi Barboza connette un altro calcio profondo diretto alle costole. Melendez riesce a respingere un destro da parte di Barboza, ma comunque fatica enormemente a chiudere la distanza. Calcio destro di Melendez parato da Barboza e porta Melendez viene portato a terra da Barboza. Altro round a favore del brasiliano.

Terzo e ultimo round, nuovi calci bassi per Barboza mentre Melendez avanza, il lavoro con i calci di Barboza è chirurgico, calci bassi e alti, al ginocchio ed al polpaccio. Melendez è in difficoltà, pare che ci siano stati danni alle gambe. Melendez non trova il modo di chiudere la distanza, Barboza controlla con il suo allungo ed i suoi jab. Finale ancora per Barboza, profondo destro bloccato da Melendez che viene tuttavia sorpreso da un gancio sinistro prima della sirena. Round 3 ancora a favore di Barboza che vince agevolmente ai punti la contesa.
Winner by unanimous decision: Edson Barboza

Main Event, pesi gallo donne, Valentina Shevchenko vs Holly “The Preacher’s Daughter” Holm
It’s main event time! Round 1, calcio al ginocchio della Holm, la Shevchenko nei primi 90 secondi parte molto nervosa, fin paralizzata, finchè trova un buon destro ed inizia il suo match, cominciando ad avanzare contro la Holm. L’ex campionessa risponde con una triplice combo che mette brevemente a terra l’avversaria. Destro della Shevchenko su un’offensiva della Holm, quest’ultima risponde alla grande chiudendo una presa al corpo e spingendo l’avversaria contro la rete e poi a terra prima della fine del round. Round 1 tutto a favore della Holm.

Round 2, entrambe le avversarie sono poco attive ad inizio round, salvo quando la Shevchenko che connette un buon axe kick, clinch tra le due, la Holm mette l’avversaria contro la rete, ganci destri per la Holm, ma la Shevchenko risponde con un jab pulito ed un destro a segno sulla Holm. L’ex campionessa risponde con un spinning back fist non appena si leva dal clinch, calcio frontale pulitissimo della Holm, la Shevchenko risponde con calci bassi e con un jab al mento, la Holm non proprio in equilibrio risponde con alcuni pestoni e calci bassi. La Shevchenko risponde con uno splendido spinning back fist ed un altro calcio basso molto pesante. Round 2 a favore della Shevchenko.

Terzo round, Shevchenko inizia nuovamente con uno spinning back fist che mette in difficoltà la Holm, ancora l’ucraina trova un paio di jab, ma stavolta la Holm risponde bene con un body kick. La Shevchenko prende al volo il calcio della Holm e completa benissimo il takedown. La Holm torna in piedi, ma sanguina copiosamente dall’occhio destro, ancora la Shevchenko spinge la Holm contro la rete, body lock e takedown. La Holm è in serissima difficoltà, la Shevchenko mantiene la posizione di monta fino alla fine del round, lavorando con i gomiti. Round 3 a favore ancora dell’ucraina. Irriconoscibile Holm.

Quarto round, eccitante scambio nel primo minuto di round, altro spinning back fist della Shevchenko e altri due colpi per la ragazza, la Holm non sembra avere armi adeguate per batterla.
Calcio esterno della Shevchenko, clinch tra le due, la Holm si stacca e connette un calcio sinistro al corpo. Altro colpo col destro della Shevchenko, Superman punch e calcio basso. Grande prova della Shevchenko, anche questo round è vinto, Holm che deve fare il miracolo per vincere.

Round finale, jab della Shevchenko, superman punch nuovamente, calcio basso e gancio destro per l’ucraina, la Holm risponde con un veloce e corto body kick. Calcio basso per la Shevchenko, calcio rovesciato alla testa della Holm, la quale risponde con un calcio rotante, altro calcio sinistro alle costole della Shevchenko, ma quest’ultimo risponde con un gran diretto in piena mascella alla Holm. Calci bassi a chiusura del round per la Shevchenko, migliore della Holm anche in quest’ultimo round.
Sorprendente affermazione ai punti per l’ucraina, Holm mai in gara e che subisce la seconda sconfitta a fila nell’ottagono. Nuova fighter importante ed interessante in categoria, vedremo come si si svilupperà in futuro.

Bonus della serata:
Performance of the Night: Eddie Wineland & Felice Herrig
Fight of the Night: Jason Knight vs. Jim Alers (preliminary fights)

Commento Evento:
Evento sufficiente, tutti i vincitori della main card hanno sfoderato eccellenti prestazioni, la Herrig vince facilmente contro la Curran, Ngannou schianta Mihajlovic e lancia un serio messaggio a tutto il mondo pesi massimi UFC. Barboza vince facilmente contro un avversario molto quotato e complesso da affrontare come Melendez. Infine l’upset della serata, Valentina Shevchenko annienta l’ex campionessa Holly Holm, si avvicina alla title shot ed allontana la figlia del predicatore dalla cintura, seconda sconfitta in fila per la ragazza.
Voto: 6+

Appuntamento a sabato 30 luglio, UFC 201: Lawler vs Woodley

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".