Il noto booker Vince Russo, noto a tutti per le sue collaborazioni con WCW, WWE e TNA, ha parlato su CSRWrestling delle attuali tendenze nel mondo del pro wrestling, che a suo dire sta scivolando sempre più lontano da quello che realmente vuole il pubblico: "Il pro wrestling è ufficialmente morto. Con la perdita di "Rowdy" Roddy Piper della settimana scorsa, i fan della mia generazione hanno dovuto fare i conti con la dura realtà, che l'industria con cui siamo cresciuti è ormai bella che andata… e non tornerà mai più. Purtroppo, dal 2000 in poi, il wrestling ha cominciato a perdere popolarità e questo processo non si è più fermato, ormai dura da 15 anni. L'audience di oggi ormai una frazione di quella che era un tempo. E man mano che il wrestling si allontana dall'intrattenimento, a favore di match più lunghi, sempre meno persone sembrano interessarsene. Internet ha scoperchiato il mondo del wrestling molti anni fa e nel 2015 ormai tutti capiamo cos'è. Con questi presupposti, perchè un fan occasionale, dovrebbe interessarsi ad un match coreografato, quando può vederne uno vero in UFC? La risposta è che non lo farà, ed è per questo che adesso la gente spende i suoi soldi nell'UFC. Quello che vogliono vedere è quello che hanno sempre voluto vedere, intrattenimento".

fonte: CSRWrestling.com & zonawrestling.net

 

 

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.