Ormai più di un anno fa, Michael Greene, un fan di wrestling della Nuova Zelanda, aveva raggiunto il cosiddetto “fondo del barile” nella sua vita e stava pensando addirittura al suicidio. Oggi è in salute e ha un tatuaggio sull’avambraccio come tributo all’uomo che gli ha salvato la vita: quell’uomo è Mustafa Ali.

In una storia che ha dell’incredibile, Michael stava pensando di togliersi la vita, quando su twitter riceve un video da parte del wrestler di origini pakistane. Michael afferma che in quel momento aveva trovato il suo angelo custode.

“Nonostante quello che stai passando, cerca di essere il motivo per cui la gente crede che ci sia ancora del buono in questo mondo” Ha detto Ali nel video “Qualunque cosa tu stia affrontando, la supererai. Ho fiducia in te.”

Ali, che aveva fatto il video dopo che un amico di Michael lo aveva avvisato della situazione, ha continuato fino ad oggi ad aiutarlo, controllando ogni tanto il suo profilo e rispondendo ai suoi tweet con messaggi incoraggianti.

Nei giorni che seguirono quel video, Michael e sua moglie pianificarono il loro futuro. Ha fatto visita a medici, ha cominciato ad assumere alcuni farmaci e, in più di un anno, hanno lavorato per assicurarsi che non si trovasse nuovamente nella stessa situazione. Inoltre, all’inizio del mese, Michael ha deciso di tatuarsi un vero e proprio tributo al suo “angelo custode”.

“In un mondo di tenebre, sii la luce”

FONTEPro Wrestling Sheet
Mattia Tamberi
Chiamato anche "Lo Scarso" dai suoi malfidati amici, vive nella ridente città di Torino dove frequenta il liceo classico. Appassionato di videogiochi e fumetti oltre al wrestling, con il tempo è entrato nel mondo delle indy coltivando un grande amore soprattutto per la NJPW. Wrestler preferiti: Tetsuya Naito e Chris Jericho