Siamo giunti quasi al termine del 2015 e degli awards che vi hanno accompagnato in questi giorni di festa (per alcuni), il premio di oggi è per il face dell’anno.
Se in epoche passate il lavoro del face era molto più semplice, adesso emergere in questa categoria è davvero complicato, vuoi per il fascino del cattivo, vuoi per l’eccellente lavoro di costruzione di un eccellente Seth Rollins; quest’anno c’è stato poco spazio per fare emergere volti nuovi nelle fila dei buoni.
Il face non è solamente il più tifato, ma è anche quello che rappresenta meglio la compagnia anche all’esterno dell’ambito protetto dei fan. Significativa la totale bocciatura della redazione nei confronti di Roman Reigns, nessun voto e nessun attestato di stima per l’anno che doveva essere il suo anno e si è rivelato fallimentare, tanto da non essere sufficiente nemmeno la vittoria del titolo del mondo a TLC per “gasarci”. Ma qui il discorso è lungo e non ho voglia di ripetermi.
Anche quest’anno quasi tutti vanno sul sicuro, vince John Cena che seppur criticatissimo sempre e comunque, quest’anno ha trovato l’equilibrio tra la sua superiorità mediatica pari alla stessa WWE e l’utilità all’interno delle storyline. Esce vincitore quasi sempre, ma in un ruolo che serve a lanciare nuovi nomi, come Rusev, Kevin Owens e Seth Rollins, un lavoro pregevole che dimostra il sentimento che lo lega alla compagnia. Un plebiscito dicevo, con ben quattordici voti nella nostra redazione. Sicuramente un voti di transizione quello di quest’anno, sperando che il 2016, veda emergere un face con lo stesso impatto di Seth Rollins di quest’anno.
Runner-up Dean “Ricamino” Ambrose, che se pur in un anno con pochissime faide vinte e un titolo intercontinentale alla vita, strappato all’ultimo tuffo, è uno dei più tifati e amati, proprio per questa sua capacità di ricalcare i grandi del passato nel ruolo del character fuori le righe (Pillman, Austin e in parte CM Punk). Da segnalare in questa annata anche il main event di Money in the Bank, che lo ha visto protagonista di una prestazione eccellente. Personalmente mi auguro che il prossimo anno possa essere l’anno buono per qualche vittoria un po’ più pesante e quella valigetta in palio a giugno potrebbe essere la vittoria più adatta.
Un paio di voti per Bayley che si attesta il migliore “prodotto” creato dall’annata di NXT, superando anche l’amatissimo Finn Balor.
14 voti – John Cena: Giuseman, Antonio David, Corey, ChristiaNexus, BazingaHWF, Matteo Iodarola, LuchaKappa, NM Punk, Giovy2jpitz, Mauro Chosen One, Luca Grandi, Sergedge, Vittorio Pisapia, Marsupilami
4 voti – Dean Ambrose: Alex Silva, Marcomaniac, Marco Giannelli, Girolamo, Taigermen,
2 voti – Bayley: Celeste, 8-bit
Luca Grandi
In allenamento per diventare un cattivo dei Cavalieri dello Zodiaco. Cerco di non perdere la salute tifando Arsenal. Tengo un occhio aperto sui fumetti e le serie tv come Tetsuya Naito.